prostaglandine

Il nostro organismo dispone di altri due sistemi di sicurezza. Se le cellule vengono stimolate con violenza, danneggiate o distrutte da una ferita, si liberano delle sostanze chimiche quali la bradichinina, l'istamina e la serotonina, che sensibilizzano i nocicettori. Allo stesso modo, sopra le cellule stimolate si formano altre sostanze sensibilizzatrici, le prostaglandine. Queste ultime sono sostanze naturalmente presenti nel nostro organismo dove svolgono diverse funzioni. Tra queste, molto importante è l'attività come mediatori dell'infiammazione: esse stimolano la risposta delle cellule a diversi fattori lesivi. Accrescono la permeabilità dei capillari sanguigni, aumentano la sensibilità al dolore e inducono febbre. Si formano da un composto (l'acido arachidonico) che deriva dalla membrana cellulare, per azione dell'enzima ciclossigenasi. I farmaci antinfiammatori, come l'acido acetilsalicilico, agiscono bloccando la produzione di prostaglandine Il nostro organismo dispone di altri due sistemi di sicurezza. Se le cellule vengono stimolate con violenza, danneggiate o distrutte da una ferita,... Leggi e, di conseguenza, riducono l'infiammazione e i sintomi come dolore e febbre.