viamal*20cpr riv 375mg acido polifarma benessere srl

Indicazioni

 Che cosa è viamal 20cpr riv 375mg?

Viamal compresse rivestite prodotto da polifarma benessere srl
è un farmaco da banco della categoria specialita' medicinali da banco o di automedicazione

E' utilizzato per la cura di altro anelgesico ed antipiretico.
Contiene i principi attivi: acido acetilsalicilico/caffeina/alluminio idrossido
Codice AIC: 001088234

E' utilizzato per acido acetilsalicilico,associazioni esclusi gli psicolettici


Il prodotto viamal 20cpr riv 375mg è una formulazione in confezione del farmaco viamal

Consulta la pagina dedicata al farmaco viamal

Categorie del prodotto:

 Quanto Costa ?

Il prodotto Viamal 20cpr riv 375mg non è in vendita nei negozi online

Non sono disponibili informazioni sul prezzo di vendita di Viamal 20cpr riv 375mg

 Viamal 20cpr riv 375mg è detraibile in dichiarazione dei redditi ?

Viamal 20cpr riv 375mg è un farmaco da banco e perciò è detraibile in dichiarazione dei redditi

 Informazioni e Indicazioni, a cosa serve viamal 20cpr riv 375mg?

Mal di testa, nevralgie, mal di denti, dolori mestruali, trattamento sintomatico dell'emicrania, degli stati febbrili e delle sindromi influenzali.

 Posologia e modo di somministrazione

Una compressa È una forma farmaceutica È chiamata anche formulazione e rappresenta l'aspetto finale di un farmaco, pronto per la sua assunzione. Forme farmaceutiche sono, per esempio, le c... Leggi preparata comprimendo, con apposite macchine, i farmaci in polvere. Di solito le compresse vengono assunte per bocca così c... Leggi rivestita o una compressa È una forma farmaceutica È chiamata anche formulazione e rappresenta l'aspetto finale di un farmaco, pronto per la sua assunzione. Forme farmaceutiche sono, per esempio, le c... Leggi preparata comprimendo, con apposite macchine, i farmaci in polvere. Di solito le compresse vengono assunte per bocca così c... Leggi pro dose, fino a 4 volte al giorno. L'assunzione delle compresse e delle compresse rivestite deve avvenire a stomaco pieno, con mezzo bicchiere d'acqua o altro liquido. Le compresse possono essere sciolte in acqua.

 Effetti indesiderati

Per la presenza dell'acido acetilsalicilico, nel corso di trattamentocon alte dosi, possono manifestarsi, per lo piu' in pazienti sensibili, disturbi a livello gastrico. In casi del tutto sporadici e in pazienti predisposti si possono verificare episodi gastroenterici emorragici; raramente possono aversi reazioni di ipersensibilita', quali spasmibronchiali, manifestazioni cutanee, disturbi oto-vestibolari (ronzii)e, in casi estremamente rari, riduzione delle piastrine elementi corpuscolari del sangue, indispensabili per la sua coagulazione.... Leggi (trombocitopenia) e ritardo di parto. Per la presenza della caffeina, in soggetti ipersensibili, potrebbe manifestarsi una sindrome insieme di tutti i sintomi che caratterizzano una malattia.... Leggi da iperstimolazione (nausea-vomito-ronzii-eccitazione-insonnia-tremori-tachicardia-extrasistoli-scotoma).

 Forme Farmacologiche

Viamal per poter essere somministrato deve essere trasformato in una forma farmaceutica (o forma di dosaggio o medicamento composto), ovvero deve assumere un aspetto tale che possa essere somministrato attraverso la via prescelta (es orale, endovena ecc.) e nel dosaggio desiderato.

Il farmaco viamal è disponibile nelle seguenti formulazioni:


Consulta la pagina dedicata a farmaco viamal

 Controindicazioni ed effetti secondari

L'uso di questo medicinale e' controindicato nei bambini e nei ragazzi di eta' inferiore a sedici anni. Gastropatie (es. ulcera gastro-duodenale). Ipersensibilita' all'acido acetilsalicilico, ai salicilati ed agli altri componenti del prodotto. Tendenza accertata alle emorragie.Asma. Insufficienza renale. Ultimo trimestre della gravidanza. dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi >100 mg/die durante il terzo trimestre di gravidanza.

 Avvertenze

L'assunzione del prodotto per via orale deve avvenire a stomaco pieno. Viamal 375 mg compresse rivestite e Viamal "500" 500 mg compresse rivestite contengono saccarosio: di cio' si tenga conto in pazienti diabetici ed in pazienti che seguono regimi dietetici ipocalorici. Dopo tre giorni di impiego alla dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi massima o dopo cinque giorni di impiego continuativo, consultare il medico. Questa specialita' medicinale non deve essere utilizzata nei bambini e nei ragazzi di eta' inferiore a 16 anni. I soggetti di eta' superiore ai 70 anni di eta', soprattutto in presenza di terapie concomitanti, devono usare questo medicinale solo dopo aver consultato un medico. Non superare le dosi consigliate; inparticolare i pazienti anziani dovrebbero attenersi ai dosaggi minimisopraindicati. L'impiego pre-operatorio puo' ostacolare l'emostasi intraoperatoria. L'impiego di alte dosi e/o per lungo tempo va effettuato sotto controllo medico. Il medicinale non e' controindicato per i soggetti affetti da malattia celiaca.

 Gravidanza e Allattamento

Gravidanza: basse dosi (fino a 100 mg/die). Gli studi clinici indicano che le dosi fino a 100 mg/die possono essere considerate sicure limitatamente ad un impiego in ambito ostetrico, che richiede un monitoraggio il monitoraggio cardiotocografico è la registrazione del battito cardiaco del feto, eseguita con un apparecchio particolare.... Leggi specialistico. Dosi di 100-500 mg/die: ci sono insufficienti dati clinici relativi all'uso di dosi superiori a 100 mg/die fino a 500 mg/die. Quindi, le raccomandazioni di seguito riportate per le dosi di 500 mg/die ed oltre si applicano anche a questo range di dosaggio. Dosi di 500 mg/die e oltre: l'inibizione della sintesi di prostaglandine Il nostro organismo dispone di altri due sistemi di sicurezza. Se le cellule vengono stimolate con violenza, danneggiate o distrutte da una ferita,... Leggi puo' interessare negativamente la gravidanza e/o lo sviluppo embrio/fetale. Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumentato rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dopo l'uso di un inibitore della sintesi delle prostaglandine, nelle prime fasi della gravidanza. Il rischio assoluto di malformazioni cardiache era aumentato da meno dell'1%, fino a circa l'1,5 %. E' stato stimato che il rischio aumenta con la dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi e la durata della terapia. Negli animali, la Somministrazione Introduzione di un farmaco nell'organismo.... Leggi di inibitori della sintesi di prostaglandine Il nostro organismo dispone di altri due sistemi di sicurezza. Se le cellule vengono stimolate con violenza, danneggiate o distrutte da una ferita,... Leggi ha mostrato di provocare un aumento della perdita di pre e post-impianto e di mortalita' embrione-fetale. Inoltre, un aumento di incidenza di varie malformazioni, inclusa quella cardiovascolare, e' stato riportato in animali a cui erano stati somministrati inibitori di sintesi delle prostaglandine, durante il periodo organogenetico. Durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza, l'acido acetilsalicilico non deve essere somministrato se non in casi strettamente necessari. Se l'acido acetilsalicilico e' usato da una donna in attesa di concepimento, o durante il primo e secondo trimestre di gravidanza, la dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi e la durata del trattamento devono essere mantenute le piu' basse possibili. Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesidi prostaglandine Il nostro organismo dispone di altri due sistemi di sicurezza. Se le cellule vengono stimolate con violenza, danneggiate o distrutte da una ferita,... Leggi possono esporre il feto a: tossicita' cardiopolmonare (con chiusura prematura del Dotto Condotto.... Leggi arterioso e ipertensione aumento permanente della Pressione Forza esercitata dal sangue sulle pareti di Arterie Vasi sanguigni che trasportano il sangue dal cuore ai vari distretti dell'organismo.... Leggi e vene.... Leggi sanguigna al di sopra dei valori normali.... Leggi polmonare); disfunzione renale, che puo' progredire in insufficienza renale condizione per cui i reni non svolgono più correttamente la loro funzione. ... Leggi con oligo-idroamnios; la madre e il neonato, alla fine della gravidanza,a: possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, ed effetto antiaggregante che puo' occorrere anche a dosi molto basse; inibizione delle contrazioni uterine risultanti in ritardo o prolungamento del travaglio. Conseguentemente, l'acido acetilsalicilico alle dosi > 100 mg/die e' controindicato durante il terzo trimestre di gravidanza. Per l'uso in gravidanza consultare il medico.

 Interazioni con altri prodotti

L'assunzione di alcalinizzanti (ad es. bicarbonati) puo' determinare l'accelerazione dell'escrezione dei salicilati, riducendone l'efficacia terapeutica. La Somministrazione Introduzione di un farmaco nell'organismo.... Leggi contemporanea di probenecid o di acetazolamide, invece, ne riduce l'escrezione, facilitandone l'accumulo nel sangue. Il farmaco puo' interagire con anticoagulanti, uricosurici, sulfaniluree, ipoglicemizzanti. L'impiego preoperatorio puo' ostacolare l'emostasi intraoperatoria. I sali di alluminio possono formare con le tetracicline dei complessi insolubili che talora riducono l'assorbimento e la attivita' di tali antibiotici.

 Categoria terapeutica