pergolide m.g.*30cpr 0,25mg pergolide mylan spa

Indicazioni

 Che cosa è pergolide m.g. 30cpr 0,25mg?

Pergolide m.g. compresse prodotto da mylan spa
è un farmaco generico della categoria farmaci preconfezionati prodotti industrialmente - generici

E' utilizzato per la cura di agenti dopaminergici, dopaminoagonisti.
Contiene i principi attivi: pergolide mesilato
Composizione Qualitativa e Quantitativa: pergolide (come pergolide mesilato). Codice AIC: 036641126

E' utilizzato per pergolide

Contiene principi attivi: Pergolide (come pergolide mesilato).


Il prodotto pergolide m.g. 30cpr 0,25mg è una formulazione in confezione del farmaco pergolide m.g.

Consulta la pagina dedicata al farmaco pergolide m.g.

Categorie del prodotto:

 Quanto Costa ?

Il prodotto Pergolide m.g. 30cpr 0,25mg non è in vendita nei negozi online

Non sono disponibili informazioni sul prezzo di vendita di Pergolide m.g. 30cpr 0,25mg

 Pergolide m.g. 30cpr 0,25mg è detraibile in dichiarazione dei redditi ?

Pergolide m.g. 30cpr 0,25mg è un farmaco generico e perciò è detraibile in dichiarazione dei redditi

 Informazioni e Indicazioni, a cosa serve pergolide m.g. 30cpr 0,25mg?

Trattamento di seconda linea dei segni e sintomi del morbo di Parkinson in pazienti intolleranti alla terapia con farmaci dopamino-agonistinon derivati dall'ergotamina somministrati in monoterapia o che non abbiano risposto a tale terapia. Trattamento aggiuntivo alla levodopa nella gestione dei segni e sintomi del morbo di Parkinson.

 Posologia e modo di somministrazione

Per uso orale solo negli adulti. L'uso di dosi superiori a 5 mg/die (5000 mcg/die) non e' raccomandato ne’ in monoterapia, ne' in associazione a levodopa. MONOTERAPIA. Dopo 30 giorni, la dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi giornaliera deve essere gradualmente incrementata con incrementi non superiori a 0,25 mg (250 mcg) due volte alla settimana fino a raggiungere una risposta terapeutica ottimale. Pergolide viene di solito somministrata in dosi suddivise 3 volte al giorno. Negli studi clinici sulla pergolide in monoterapia la dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi media e’ stata di 2,1 mg/die fino a 3 mesi e di 2,51 mg/die per un anno di trattamento. TRATTAMENTO AGGIUNTIVO. La Somministrazione Introduzione di un farmaco nell'organismo.... Leggi di pergolide deve iniziare con un dosaggio Indica la quantità, la frequenza e il numero delle dosi da assumere in un determinato periodo di tempo (per esempio, tre compresse da 100 mg per due ... Leggi giornaliero di 0,05 mg (50 mcg) per i primi 2 giorni. Il dosaggio Indica la quantità, la frequenza e il numero delle dosi da assumere in un determinato periodo di tempo (per esempio, tre compresse da 100 mg per due ... Leggi deve poi aumentare gradualmente di 0,1 mg/die (100 mcg/die) o 0,15 mg/die (150 mcg/die) ogniterzo giorno per i successivi 12 giorni di terapia. Il dosaggio Indica la quantità, la frequenza e il numero delle dosi da assumere in un determinato periodo di tempo (per esempio, tre compresse da 100 mg per due ... Leggi puo' poi essere aumentato di 0,25 mg/die (250 mcg/die) ogni terzo giorno fino al raggiungimento del dosaggio Indica la quantità, la frequenza e il numero delle dosi da assumere in un determinato periodo di tempo (per esempio, tre compresse da 100 mg per due ... Leggi terapeutico ottimale. Pergolide viene normalmente somministrata in dosi frazionate 3 volte al giorno. Durante la Fase Parte di un processo.... Leggi di aggiustamento del dosaggio, il dosaggio Indica la quantità, la frequenza e il numero delle dosi da assumere in un determinato periodo di tempo (per esempio, tre compresse da 100 mg per due ... Leggi della l-dopa concomitante puo' essere cautamente diminuito. L’efficacia di pergolide a dosi superiori a 5 mg/die (5000 mcg/die) non e' stata valutata sistematicamente, ne' in monoterapia ne' in associazione a levodopa. Domperidone puo' essere impiegato alle dosi raccomandate all’inizio del trattamento per minimizzare eventuali sintomi gastrointestinali. La Somministrazione Introduzione di un farmaco nell'organismo.... Leggi deve essere interrotta gradualmente. Non deve essere usata in eta' pediatrica poiche' la sicurezza e l'efficacia non sono state dimostrate.

 Effetti indesiderati

MONOTERAPIA. Il tipo di eventi avversi osservati con la pergolide in monoterapia riflette in genere quelli riscontrati quando la pergolide viene usata come trattamento aggiuntivo della l-dopa. Complessivamentesolo il 3,2% dei pazienti ha interrotto il trattamento a causa di nausea o nausea e vomito. Tuttavia, l'incidenza di discinesia, allucinazioni e capogiri e' risultata minore negli studi in monoterapia rispettoa quelli con pergolide come trattamento aggiuntivo. TRATTAMENTO AGGIUNTIVO. I seguenti effetti indesiderati, elencati in ordine decrescentedi frequenza nei diversi distretti corporei, sono stati osservati durante gli studi clinici verso placebo, con una frequenza dell'1% o piu'e con un'incidenza significativamente maggiore rispetto al placebo (valore P <= 0,05). Alterazioni del sistema nervoso: discinesia, allucinazioni, sonnolenza, confusione. Altri eventi riportati includono insonnia e capogiri. Pergolide e' associata con sonnolenza e raramente con eccessiva sonnolenza diurna e con l'insorgenza di improvvisi episodi di sonno. Disturbi oculari: diplopia. Alterazioni cardiache e del sistema vascolare: contrazioni atriali premature, aritmie inclusa tachicardia aumento della frequenza dei battiti del cuore rispetto al normale.... Leggi sinusale, infarto del miocardio. Raramente (incidenza > 1/10000 e GRAVIDANZA E ALLATTAMENTONon sono stati condotti studi clinici adeguati e ben controllati su donne in gravidanza. Pertanto, l'uso della pergolide e' controindicato in gravidanza. In donne fertili, la gravidanza deve essere esclusa prima di iniziare il trattamento con pergolide. Durante il trattamento deve essere attuata un'efficace contraccezione. Non e' noto se pergolidevenga escreta nel latte materno. Poiche' la pergolide riduce i livelli di prolattina ed interferisce con l'allattamento, l'uso di pergolidedurante l'allattamento non e' raccomandato. Se il trattamento della madre e' inevitabile, l'allattamento al seno deve essere interrotto.

 Controindicazioni ed effetti secondari

Ipersensibilita' verso la pergolide, verso altri derivati della segale cornuta o verso uno qualsiasi degli eccipienti. Storia clinica di fibrosi. Evidenza anatomica di valvulopatia cardiaca a qualunque livellovalvolare (ad es. un ecocardiogramma che mostri ispessimento dei lembi valvolari, restringimento della valvola, restringimento-stenosi valvolare combinati). Gravidanza. Grave insufficienza vascolare perifericae coronarica: gravi effetti indesiderati di tipo vascolare sono statiosservati con gli alcaloidi della segale cornuta. Pazienti con grave insufficienza epatica e/o renale.

 Avvertenze

Una sintomatologia complessa simile alla sindrome insieme di tutti i sintomi che caratterizzano una malattia.... Leggi neurolettica maligna (NMS) (caratterizzata da iperpiressia, rigidita' muscolare, stato dicoscienza alterato e instabilita' autonomica), non accompagnata da altra eziologia evidente e' stata riportata in associazione ad una rapida diminuzione della dose, sospensione o cambiamenti della terapia anti-parkinsoniana, pergolide inclusa. I pazienti devono essere avvertiti di iniziare la terapia assumendo basse dosi, aggiustando il dosaggio Indica la quantità, la frequenza e il numero delle dosi da assumere in un determinato periodo di tempo (per esempio, tre compresse da 100 mg per due ... Leggi attentamente con incrementi durante un periodo di 3-4 settimane per minimizzare il rischio di ipotensione sintomatica ortostatica e/o prolungata. Con l'aggiustamento graduale del dosaggio, solitamente si sviluppa tolleranza Necessita di aumentare progressivamente la dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi di un farmaco o altra sostanza per arrivare ad avere lo stesso effetto che all'inizio si otteneva con ... Leggi all'ipotensione. Pergolide in associazione a l-dopa ha causato Allucinosi Stato di Allucinazione Percezione di una cosa in realta inesistente, ritenuta pero reale dal malato.... Leggi in una persona per altro normale.... Leggi in circa il 14% dei pazienti, contro il 3% dei pazienti in trattamento con placebo e l-dopa. Non e' stata osservata tolleranza Necessita di aumentare progressivamente la dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi di un farmaco o altra sostanza per arrivare ad avere lo stesso effetto che all'inizio si otteneva con ... Leggi verso questo effetto indesiderato. L'uso in pazienti in trattamento con l-dopa puo' causare e/o riacutizzare pre-esistenti stati di discinesia, confusioni ed allucinazioni. L'interruzione improvvisa della pergolide in pazienti in trattamento cronico si dice di una malattia che dura a lungo, ha un decorso lento e lievi variazioni.... Leggi aggiuntivo alla l-dopa, puo' causare l'insorgenza di allucinazioni e confusione; queste possono presentarsi con una durata di diversi giorni. La sospensione della pergolide deve avvenire gradualmente anche se il paziente resta in trattamento con l-dopa. Deve essere usata cautela quando si somministra il farmaco a pazienti a rischio di disaritmia cardiaca o con significativemalattie cardiache sottese. La pergolide e' un derivato della segale cornuta. Disturbi infiammatori fibrotici o serosali come pleurite, versamento pleurico, fibrosi pleurica, fibrosi polmonare, pericardite, versamento pericardico, valvulopatia cardiaca con interessamento di una o piu' valvole e fibrosi retroperitoneale sono stati riscontrati nettamente con maggior frequenza dopo uso prolungato di derivati della segale cornuta inclusa la pergolide che con agonisti dopaminici "non ergolinici". In alcuni pazienti simili eventi sono comparsi durante l'uso del derivato della segale cornuta bromocriptina. L'uso di pergolide none' raccomandato in pazienti con anamnesi storia personale del malato che riguarda i dati relativi alle malattie attuali e passate.... Leggi di tali eventi, specialmentein pazienti in cui tali eventi sono comparsi durante l'uso di altri derivati della segale cornuta. Prima dell'aumento della dose Quantità di medicamento da somministrare in una sola volta (rappresenta, cioè, un'unità posologica). Esistono, pertanto, forme farmaceutiche monodo... Leggi della pergolide il beneficio terapeutico deve essere valutato attentamente versoi possibili rischi, poiche' ci sono indicazioni che alterazioni dellevalvole cardiache o reazioni fibrotiche sono riportate con maggior frequenza quando si usano dosi maggiori di quelle raccomandate. Appropriati esami quali VES, radiografia del torace e misurazioni dei livelli di creatinina esame del sangue che serve a valutare la funzionalità dei reni.... Leggi sierica devono essere eseguiti per supportare, se necessario, la diagnosi di disturbo fibrotico. E' inoltre opportuno anche esaminare i valori basali della VES e altri marker di infiammazione, eseguire una radiografia toracica e test di funzionalita' polmonare e renale prima dell'inizio della terapia. Tali disturbi possono insorgere in modo subdolo e i pazienti devono per questo essere monitorati regolarmente ed attentamente durante il trattamento con pergolide, in modo da notare la comparsa di manifestazioni di disturbi fibrotici progressivi. Il trattamento con pergolide deve essere interrotto in caso di diagnosi o sospetto di alterazioni infiammatorie fibrotiche o serosali. Un ecocardiogramma periodico deve essere eseguito durante il trattamento (da 3 a 6 mesi dopo l'inizio del trattamento e poi almeno ogni 6-12 mesi). La frequenza deve essere determinata in base alla valutazione clinica individuale. La Somministrazione Introduzione di un farmaco nell'organismo.... Leggi di pergolide e' stata associata a sonnolenza ed episodi di sonno improvviso, in particolare in pazienti con morbo di Parkinson. Raramente sono stati riportati casi di sonno improvviso diurno, a volte senza consapevolezza o segni premonitori. Sono stati riportati casi secondo cui la pergolide esercita un effetto porfiriogenico in vitro. Si raccomanda pertanto cautela quando si trattano pazienti con porfiria acuta. La Farmacocinetica Lo studio del percorso che i farmaci compiono nell'organismo correlato al tempo.... Leggi nei pazienti anziani e nei pazienti con ridotta funzione epatica e/o renale non e' nota; in questi gruppi di pazienti e' necessario un accurato dosaggio. I pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, Deficienza Mancanza.... Leggi della lattasi di Lapp o malassorbimento del glucosio-galattosio, non devono assumere questo medicinale poiche' contiene lattosio.Ulcera gastrica e' comparsa occasionalmente in pazienti con Parkinsonche prendono bromocriptina. Sono stati riportati casi di dolore Il dolore è un allarme del nostro corpo finalizzato a richiamare l'attenzione nei confronti di qualche disfunzione o malattia allo scopo di protegger... Leggi epigastrico comparso o peggiorato dopo terapia con pergolide. La possibilita' di ulcerazioni deve essere tenuta presente. Pergolide deve essere usata solo sotto regolare supervisione di un medico con attrezzature per monitorarne la risposta.

 Composizione ed Eccipienti

Lattosio monoidrato; amido (di mais) pregelatinizzato; carbossimetilamido sodico (Tipo A); cellulosa microcristallina; magnesio stearato; indaco carminio (E132); ossido di ferro giallo (E172).

 Gravidanza e Allattamento

Non sono stati condotti studi clinici adeguati e ben controllati su donne in gravidanza. Pertanto, l'uso della pergolide e' controindicato in gravidanza. In donne fertili, la gravidanza deve essere esclusa prima di iniziare il trattamento con pergolide. Durante il trattamento deve essere attuata un'efficace contraccezione. Non e' noto se pergolidevenga escreta nel latte materno. Poiche' la pergolide riduce i livelli di prolattina ed interferisce con l'allattamento, l'uso di pergolidedurante l'allattamento non e' raccomandato. Se il trattamento della madre e' inevitabile, l'allattamento al seno deve essere interrotto.

 Interazioni con altri prodotti

Gli antagonisti della dopamina, come neurolettici (fenotiazine, butirrofenoni, tioxantine) o la metoclopramide, generalmente non devono essere somministrati in concomitanza a pergolide (un'agonista della dopamina); questi agenti, infatti, possono diminuire l'efficacia di pergolide mesilato. Poiche' pergolide si lega alle proteine plasmatiche al 90% si consiglia cautela nella Somministrazione Introduzione di un farmaco nell'organismo.... Leggi concomitante di altri farmaci con un'azione nota sul legame proteico. Non esistono studi sullasomministrazione concomitante di pergolide e warfarina. In caso di prescrizione concomitante tenere sotto stretto controllo gli effetti anticoagulanti, aggiustando il dosaggio Indica la quantità, la frequenza e il numero delle dosi da assumere in un determinato periodo di tempo (per esempio, tre compresse da 100 mg per due ... Leggi se necessario. Dato il rischio diipotensione ortostatica e/o prolungata in pazienti trattati con pergolide, si raccomanda cautela in caso di Somministrazione Introduzione di un farmaco nell'organismo.... Leggi contemporanea di agenti antiipertensivi.

 Come Conservare il prodotto

Non conservare a temperatura superiore ai 25 gradi C. Conservare nel contenitore originale. Conservare il blister Confezione utilizzata per le formulazioni solide (come compresse, capsule Sono tra le tante forme nelle quali si può presentare un farmaco (forma farmaceutica). Sono costituite da un contenitore cilindrico formato da due pa... Leggi ecc.), costituita da piccoli fogli di materiale plastico nei quali sono stat... Leggi nell'astuccio.

 Categoria terapeutica